Libro gay

Il libro gay di Nino Bonaiuto

Un libro gay, per come lo s’intende comunemente, è una storia, in forma di racconto o di romanzo, nella quale i protagonisti sono due uomini. L’omosessualità è sempre esistita e l’amore gay è sempre stato molto diffuso, ben al di là di quanto comunemente si creda.

Al contrario dei romanzi rosa di donne che esaltano l’amore romantico fra uomini, come se fossero relazioni uomo-donna, nei libri di Nino Bonaiuto si racconta di uomini reali, che hanno relazioni reali con altri uomini e che hanno desideri sessuali prepotenti, tipici della sessualità maschile.

L’amore c’è, ma piuttosto che la melassa dei buoni sentimenti, è messa in risalto la psicologia dei vari personaggi. Ne risulta una narrazione quasi neo-realistica, dove i personaggi agiscono e pensano come persone reali e non come gli eroi e le eroine delle soap-opera.

Il libro gay è quindi un’opera che travalica il romanzo rosa e il romanzo erotico, per diventare un’opera a tutto tondo, una vera e propria opera letterario.

Ciò ovviamente non significa che nel libro gay di Nino Bonaiuto sia assente il sesso o i sentimenti!

Un uomo di quell'età, libro gay di Nino Bonaiuto

Un uomo di quell’età, di Nino Bonaiuto

Corpi Speciali, libro gay di Nino Bonaiuto

Corpi Speciali, di Nino Bonaiuto

Gli Altri Ragazzi, libro gay di Nino Bonaiuto

Gli Altri Ragazzi,di Nino Bonaiuto

Il ragazzo di Charlemont Street, libro gay di Nino Bonaiuto

Il ragazzo di Charlemont Street, di Nino Bonaiuto

Quel Ragazzo del Sud, libro gay di Nino Bonaiuto

Quel Ragazzo del Sud, di Nino Bonaiuto

L'uomo che cercavo, libro gay di Nino Bonaiuto

L’uomo che cercavo, di Nino Bonaiuto

Un futuro per noi due, libro gay di Nino Bonaiuto

Un futuro per noi due, di Nino Bonaiuto

L'amore come viene, libro gay di Nino Bonaiuto

L’amore come viene, di Nino Bonaiuto

Copertina di "Un nuovo amico per Johnny"

Un nuovo amico per Johnny, di Nino Bonaiuto

Perché l’amore gay è stato sempre svilito, offeso, vituperato o – più recentemente – sbeffeggiato? La risposta è semplice, tenendo conto che nell’età Classica le relazioni fra uomini erano permesse o addirittura incoraggiate.

Da quando le grandi religioni monoteistiche hanno preso il sopravvento e hanno imposto la loro morale, l’amore omosessuale è stato sempre perseguitato, a causa della sua forza perturbatrice. L’intento era quello di non ostacolare la crescita demografica, in modo tale da rafforzare una religione, in modo tale da contrastare l’aggressività delle altre.

La sanguinosa e crudele persecuzione degli eretici aveva un fine analogo: quello di conservare omogenea e compatta la società, nonché il dominio della classe al potere. L’imperatore e il papa erano due facce della stessa forza, ostile alla libera espressione delle persone.

Oggi l’omosessualità è stata sdoganata, poiché – in un mondo sovrappopolato, che ha prevalentemente scelto la pace – il sesso e l’amore possono essere al servizio delle persone, anziché degli Stati. E’ stata quindi riconosciuta la sostanziale parità fra tutti gli orientamenti sessuali, sebbene i pregiudizi e i fanatici esistono sempre e continueranno ad esistere.

Per come Nino Bonaiuto intende il libro gay la lettura è scorrevole e l’edizione curata in ogni suo aspetto.